--Imposte di successione

Imposte di successione

  • Per i beni immobili o diritti reali immobiliari compresi nell’attivo ereditario i beneficiari devono corrispondere le imposte ipotecarie e catastali rispettivamente nella misura del 2% e dell’1%.
  • L’importo minimo da versare è comunque di Euro 168,00 per ogni tributo.
  • La dichiarazione di successione deve essere presentata, entro un anno dall’apertura della successione, solo nel caso in cui nell’eredità siano inclusi beni immobili siti nel territorio italiano.
  • Gli eredi e i legatari che presentano la dichiarazione di successione, sono esonerati dall’obbligo della dichiarazione ICI. Spetta, agli Uffici delle Entrate, competenti a ricevere la dichiarazione di successione, trasmetterne copia a ciascun Comune ove sono ubicati gli immobili.

Agevolazione “prima casa”

applicazione delle imposte ipotecaria e catastale in misura fissa pari a Euro 168,00 (invece del 2% e 1%).
  • Tale agevolazione spetta qualora in capo al beneficiario, ovvero, nel caso di immobili trasferiti a più beneficiari, in capo ad almeno ad uno di essi, sussistano tutti i requisiti e le condizioni necessari per acquistare a titolo oneroso la prima abitazione con le agevolazioni prima casa.
  • IMPOSTA IPOTECARIA = 2% DEL VALORE DEGLI IMMOBILI OGGETTO DI SUCCESSIONE CON UN MININO DI € 168,00
  • SE L’EREDE PUO’ UFUFRUIRE DEI BENEFICI “PRIMA CASA” = € 168,00
  • IMPOSTA CATASTALE = 1% DEL VALORE DEGLI IMMOBILI OGGETTO DI SUCCESSIONE CON UN MINIMO DI € 168,00
  • SE L’EREDE PUO’ USUFRUIRE DEI BENEFICI “PRIMA CASA = € 168,00
  • IMPOSTA DI BOLLO = € 58,48 PER OGNI CONSERVATORIA
  • TASSA IPOTECARIA = € 35,00 PER OGNI CONSERVATORIA
  • TRIBUTI SPECIALI = VARIANO SECONDO L’UFFICIO.

Pagamento dell’imposta di successione

L’imposta di successione dovuta dagli eredi, legatari, donatari va ripartita fra loro in proporzione al valore delle rispettive quote o legati.

Gli eredi sono obbligati in solido al pagamento dell’imposta complessiva dovuta da loro e dai legatari.

Utilizzare il prospetto di liquidazione per il calcolo, e il MOD. F23 per il pagamento delle imposte.

Inoltre, occorre allegare, il modello F23 relativo al pagamento in autoliquidazione delle seguenti imposte:

  • l’imposta ipotecaria (2% sul valore totale dei beni immobili, cod. trib. 649T);
  • l’imposta catastale (1% sul valore totale dei beni immobili, cod. trib. 737T);
  • l’imposta di bollo misura fissa €. 58,48 per ciascuna formalità di trascrizione, cod. trib. 456T);
  • la tassa ipotecaria (misura fissa €. 35,00 per ciascuna nota di trascrizione, cod. trib. 778T);
  • i tributi speciali (es. diritti di segreteria)
  • i tributi speciali catastali (es. estratti degli atti ed elaborati catastali)

Dopo la presentazione della dichiarazione di successione, l’Agenzia delle Entrate comunica agli eredi l’importo della TASSA DI SUCCESSIONE, che va pagata nei successivi 60 giorni.

Studio Legale Foschini Pagani

By |2018-04-18T09:07:14+00:0030 Giugno 2017|Eredità e Successioni|